Active Fisio
Via Monte Rosa, 12 13875 Ponderano


trattamenti



Il principio guida di Active Fisio sarà la professionalità.

Si avvale della competenza medica specialistica con visite ortopediche in loco.

I trattamenti si eseguono sia con le procedure classiche legate alla manualità del fisioterapista:

- Riabilitazione Ortopedica;
- Riabilitazione Post-Chirurgica;
- Riabilitazione Post-Traumatica;
- Rieducazione Posturale;
- Kinesio Taping;
- Massoterapia: Massaggio Cervicale, Dorso-Lombare e Sportivo.

Sia utilizzando la terapia strumentale supportata da:
- Elettrostimolazione muscolare;
- Tens;
- Ultrasuonoterapia;
- Endodiatermiaterapia (tecar);
- Magnetoterapia;
- Laserterapia.

 

 

Verrano, inoltre, proposti i seguenti corsi:
- Personal Training;
- Ginnastica posturale;
- Ginnastica in sospensione (Flying);
- Ginnastica per i bambini dai 6 ai 14 anni;
- Pilates.


elettrostimolazione muscolare e tens



La stimolazione elettrica è un’altra modalità utilizzata frequentemente nella riabilitazione delle lesioni traumatiche.

Indicazioni:

• Rieducare il muscolo;

• Prevenire l’atrofia muscolare;

• Migliorare la contrazione muscolare;

• Rinforzare i muscoli;

• Stimolare la contrazione dei muscoli denervati;

• Ridurre lo spasmo e/o la difesa muscolare;

• Promuovere la guarigione delle ferite, delle fratture, dei legamenti e dei tendini;

• Stimolare gli osteoblasti e i fibroblasti;

• Migliorare la circolazione.

Controindicazioni:

• Tumori maligni;

• Infezioni;

• Pacemaker;

• Gravidanza.

La TENS viene proposta per il controllo del dolore della disfunzione, nonché le risposte fisiologiche riflesse o autonome alla nocicezione. Esistono numerose modalità utili per il paziente. L’obiettivo di questa terapia è quello di offrire un modo alternativo di produrre una risposta analgesica. E’ disegnata in modo da reclutare un buon numero di nervi afferenti profondi, producendo così effetti inibitori centrali tramite la produzione di oppioidi endogeni.

Top


ultrasuonoterapia



Gli ultrasuoni (US) costituiscono un agente che eroga calore profondo usato frequentemente in riabilitazione. Gli agenti che erogano calore profondo possono provocare aumenti di temperatura fino a 3-5cm di profondità. Gli US sono una forma meccanica non elettromagnetica e nella riabilitazione vengono usate lo più due frequenze di US: 1MHz per penetrare nei tessuti profondi, 3MHZ per riscaldare tessuti più superficiali. Gli US producono una maggiore estensibilità del collagene, una riduzione della rigidità articolare, una modulazione del dolore, un aumento del flusso ematico e una lieve risposta infiammatoria.

Indicazioni:

• Retrazioni dei tessuti molli (retrazioni articolari, cicatrici);

• Infiammazioni acute e croniche;

• Spasmi muscolari, zone trigger, difesa muscolare, neuromi.

Controindicazioni:

• Circolazione arteriosa insufficiente;

• Emorragia attiva;

• Gravidanza;

• Infezioni.

Top


endodiatermiaterapia (tecar)



E’ stato messo recentemente a punto un sistema detto a trasferimento energetico resistivo e capacitivo e per questo denominato TECARterapia, anche detta DIATERMIA, che funziona nell’ambito delle radiofrequenze a onde lunghe 0.5 Mhz, 0,750 Mhz, 1,0 Mhz.
La tecarterapia non agisce per somministrazione diretta di corrente all’esterno e neppure per elettro-shock delle cellule. Infatti, richiama le cariche elettriche naturali da tutto il corpo, aumentando i processi metabolici cellulare e permette di ripristinare la fisiologia tissutale mediante la combinazione di due meccanismi: l’ipertermia profonda (non per cessione di calore ma per naturale incremento della temperatura interna); l’innalzamento del potenziale energetico delle membrane cellulari.

Il trattamento consiste in un “massaggio” effettuato dal fisioterapista tramite un elettrodo in ceramica o in metallo a seconda se si voglia lavorare con il sistema capacitivo (più adatto per i tessuti con maggior presenza d’acqua come quello muscolare o quello connettivo), oppure tramite il sistema resistivo (per tessuti con meno presenza d’acqua, come tendini, legamenti, osso).


Indicazioni:

le varie patologie trattabili sono suddivisibili a grandi linee in tre gruppi:

1) articolari: distorsioni, versamenti, artosinoviti, sforzo da sovraccarico o da impatto, lesioni meniscali, condropatie, lombalgie;

2) muscolari: comprendenti lesioni con perdita di continuità I- III grado,esiti fibrocicatriziali;

3) tendinee: costituite da tendinite acute e croniche.


Controindicazioni:

• Gravidanza;

• portatori di pace-maker.

Top


magnetoterapia



Con la parola magnetoterapia s’intende l’applicazione a scopo terapeutico di un campo prevalentemente magnetico originato da frequenze basse e alte. La Magnetoterapia rigenera le cellule lese migliorando la cinetica enzimatica e ripolarizza le membrane cellulari; inoltre produce un’azione antistress e promuove un’accelerazione di tutti i fenomeni riparatori con netta azione biorigenerante, antinfiammatoria, antiedematosa, antalgica, senza effetti collaterali. La Magnetoterapia è una forma di fisioterapia che utilizza l’energia elettromagnetica ed è una cura efficace, sicura e non invasiva. I campi magnetici interagiscono con le cellule favorendo il recupero delle condizioni fisiologiche di equilibrio. E’ indicata nei casi in cui è necessario stimolare la rigenerazione dei tessuti dopo eventi lesivi di varia natura. I campi elettromagnetici generati favoriscono risultati sicuri senza l’impiego di nessun farmaco.

Indicazioni: Gli effetti benefici della Magnetoterapia possono essere usati per molteplici scopi terapeutici accelerando il decorso di svariate affezioni:

• di tipo infiammatorio (artrosi, neuriti, flebiti, tendiniti, stiramenti muscolari, etc.);

• di tipo reumatico e articolare (artrosi, tendiniti, epicondiliti, borsiti, mialgie, cervicalgie, lombalgie, periartriti, trattamento delle fratture sia durante che dopo gessatura, osteoporosi primaria e secondaria ); infatti, la Magnetoterapia influenza direttamente il tessuto osseo, accelerando la formazione del callo osseo, mobilitando gli ioni di Ca++ e gli osteoblasti nella produzione di tessuto osseo;

• riparazione delle ulcere di ogni tipo (traumatiche, da decubito, da ustioni, refrattarie ad altre terapie, venose (specialmente di tipo cronico), e in tutte quelle patologie in cui è richiesta una maggiore micro vascolarizzazione e/o rigenerazione tissutale, quali l'attecchimento di autotrapianti, il consolidamento di calli ossei etc.).

Controindicazioni:

• iperfunzione tiroidea;

• Gravidanza;

• Allattamento;

• portatori di stimolatori cardiaci e pacemaker;

• eventuali apparecchi acustici non vanno portati durante il trattamento.

Top

Utenti online